skip to Main Content

L’attacco rivolto all’Ucraina da parte della Federazione Russa degli ultimi mesi ha prodotto conseguenze mondiali nel settore agroalimentare e dei concimi.

Il grano nei silus bloccati nei porti del Mar Nero a causa delle minacce russe avrebbe potuto peggiorare le dinamiche di sicurezza alimentare globale, dimostrando come il sistema agroalimentare rappresenti una delle maggiori cause di dipendenza dalle importazioni per i consumi interni di cibo.

In particolare, i prezzi dei cereali hanno subito un’impennata simile a quella verificatasi dopo la crisi del 2008, portando ad incertezze sui mercati alimentari mondiali.

Gli Stati dell’Unione europea si trovano a fronteggiare la crisi della sicurezza dell’approvvigionamento dei cereali, sia all’interno che all’esterno del proprio territorio, in uno scenario che comprende anche le conseguenze della crisi climatica in corso.

Back To Top